Pedigree e costo

 PEDIGREE

Molte volte ci si sente dire dalle persone interessate ad acquistare un gatto di razza, che a loro il Pedigree non interessa, e per questo ci chiedono uno sconto sul costo del cucciolo. Premettendo che il costo del Pedigree per un allevatore è uno dei costi meno rilevanti, poiché varia tra le diverse associazioni feline, dai 15€ ai 25€, per il codice civile della legge italiana ed il codice etico imposto dalle associazioni di appartenenza, è obbligatorio il rilascio del Pedigree per la commercializzazione degli animali di razza.

Questi stessi animali se non hanno Pedigree sono considerati meticci e non possono essere commercializzati, ma solo regalati o ceduti dietro un rimborso spese che non può superare i 150€. La legge a cui si fa riferimento, è il DECRETO LEGISLATIVO 30 dicembre 1992, n. 529 relativa alle condizioni zootecniche e genealogiche che disciplinano la commercializzazione degli animali di razza. Pertanto è vietata a livello europeo la commercializzazione di cuccioli senza Pedigree, e gli allevatori professionali sono tenuti a vendere soltanto animali con Pedigree secondo il decreto legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992.

Infatti il Pedigree è il certificato di iscrizione ai Libri Genealogici riportante l'elenco completo degli ascendenti paterni e materni di un animale. Sul pedigree è riportato l'albero genealogico dell'animale fino a diverse generazioni indietro ed è così tenuta traccia della sua linea di sangue.

Quindi tornando a noi: se un gatto anche effettivamente di razza, viene ceduto senza Pedigree, non può essere considerato di razza, e se viene anche pagato, allora diventa truffa!!

Quindi la mia domanda è questa: “secondo voi un allevatore serio per quale motivo dovrebbe rischiare tanto, per non spendere 15/25€ di Pedigree? Cifra irrisoria sul prezzo finale del cucciolo che può variare dagli 800/1000 € fino ai 1500/1800€”!

Bisogna invece domandarsi quali sono i motivi per cui un allevatore vende senza Pedigree. I motivi possono essere vari e variegati, perchè poi ognuno di loro cercherà di convincervi della loro buona fede!!

Cerco di riassumerli, anche se sicuramente ce ne saranno altri che mi sfuggono:

1. il primo ed anche il più triste è che mamma gatta viene sfruttata e fa più di 3 cucciolate in due anni, che è il massimo previsto dal codice etico delle associazioni;

2. il secondo motivo è che uno o entrambi i genitori del cucciolo, che saranno magari bellissimi, non sono gatti di pura razza, quindi senza il famoso Pedigree;

3. il presunto allevatore non ha affisso poiché non è iscritto a nessuna associazione che regolamenta e controlla sia i gatti riproduttori che i cuccioli;

4. i gatti riproduttori non sono stati testati per le malattie genetiche, e quindi le associazioni non rilasciano Pedigree.

5. altri.....

Insomma se un gatto è di razza deve avere OBBLIGATORIAMENTE il Pedigree!!!

COSTO

Il costo di un gatto di razza e nello specifico, di un Ragdoll, ha una forbice che va dagli 800€ ai 1800€.

La forbice del prezzo è data da molti fattori:

-cucciolo PET (da compagnia), cucciolo BREEDER (futuro riproduttore), cucciolo SHOW ( da expo), cucciolo SHOW BREEDER ( da expo e riproduzione). Vedi la pagina CESSIONE CUCCIOLI

-Expo e titoli conquistati

-linea di sangue di appartenenza

-assenza nel pedigree di PG (Patriarca Gucci)

-vari annessi e connessi extra nella cessione: se avrà il microchip, se avrà il passaporto se avrà fatto il vaccino antirabbica....ecc.ecc.

Questo è ciò che il nuovo proprietario vede, ma è solo la punta dell' iceberg, poiché ci sono tantissimi altri fattori che non vengono considerati:

-L'iscrizione del proprio nome (affisso) ad una associazione, che invierà un suo delegato a verificare se i locali sono idonei, se il cibo è di ottima qualità e le postazioni per mangiare e bere sono adeguate al numero di gatti, se le lettiere sono sufficienti ed adeguatamente igieniche (cattivi odori, escrementi in bella vista ecc.), se le cuccie sono idonee e dove sono posizionate (in alto, in basso alla luce ecc.)così come i giochi e i tiragraffi. Nel caso dei Ragdoll i gatti devono essere anche molto socializzati, ed abituati agli umani.

-Costi per ogni pratica che si deve fare nell'associazione di appartenenza: denuncia di monta, denuncia di nascita, pedigree,passaggi di proprietà, quota associativa ecc. ecc.

-Partecipazione a seminari sulla genetica dei gatti, malattie, normative ecc. ecc.

-Ogni allevatore acquista dei gatti riproduttori ed il loro costo va dai 1500 ai 1800 euro e oltre.

-Monte esterne per avere una particolare linea di sangue (dagli 800€ ai 1000€)

-Visite veterinarie e test genetici HCM e PKD, feci, fiv, felv, gruppo sanguigno, vaccino di richiamo ecc...oltre alle varie ed eventuali visite ed analisi per piccoli problemi di routine.

-Vitamine, integratori ecc. sia per i cambi stagione che per le gatte gravide.

-Per le gatte gravide, se la gravidanza non presenta problemi, oltre alle visite di controllo, occorre anche ecografia e radiografia per avere il numero esatto dei cuccioli e vedere che stiano bene. Sperando non ci sia bisogno di un cesareo!!

-Nursery cucce per parti, tappetini scaldanti per i cuccioli, pannelli usa e getta, latte in polvere,tettarelle, biberon ecc...

-Pulizia e disinfezione degli ambienti nonché prodotti per la messa in sicurezza dei locali.

-Le Expo costano circa 60/70 € a gatto per 2 giorni, più le varie spese che accompagnano l'Expo: spostamento in macchina, pernottamento, galà ecc.

-Prodotti professionali per la cura e la bellezza dei nostri amici.

Queste sono solo alcune delle cose che mi vengono in mente, ma come ben sapete la quotidianità è un'altra cosa!

Non contiamo le notti insonni perchè micia ti vuole con lei nei giorni e nelle notti prima del parto, e se fai tanto di sederti un po' sul divano perchè hai il sedere quadrato a furia di stare seduta per terra ad accarezzarla, lei viene a chiamarti con il suo miagolio vibrato come una tortorella, e se fai finta di non capire, ti chiama con la zampina!!

Cibo per adulti, cibo per cuccioli, sabbietta, lettiere, giochini......ecc. ecc. ecc. Nei primi 15 giorni dopo il parto i cuccioli vanno pesati due volte al giorno, la dieta di mamma gatta integrata con vitamine, l'igiene della nursery deve essere sempre al top, e non ci sono più amici o parenti per almeno un paio di mesi per evitare virus, batteri, parassiti. Anche dopo i due mesi, chi viene in casa deve igienizzare le mani e mettere i copriscarpa, anche quando i cuccioli sono andati nella nuova casa.

Quindi i cuccioli che verrete a vedere in allevamento sono il frutto di quanto detto fino ad ora: di attenta ricerca e selezione delle linee di sangue, di controllo ed esclusione di malattie genetiche che possono essere trasmesse ai cuccioli, di un ambiente sano ed amorevole in cui vengono accolti dal momento della loro nascita.

Non stupitevi se l'allevatore vi farà mille domande: vogliamo solo sapere in quale contesto andrà a vivere il nostro cuccciolino, che ci ha tenuto svegli prima della nascita, che abbiamo tenuto in mano ancora bagnato del liquido amniotico, che amiamo immensamente come un membro della famiglia!

Non stupitevi neppure della lacrimuccia che ci righerà il volto...ogni cucciolo è un pezzetto di cuore...daltronde non si possono allevare Ragdoll se non si amano profondamente!!!!

Concludo invitandovi a riflettere su chi cede cuccioli a cifre troppo basse e senza Pedigree.